Porte aperte

Quel giorno dormii per la prima volta nello stesso letto di Vittoria. Non eravamo mai stati insieme la notte. Ci sembrava un mondo del tutto nuovo, con le sue albe ed i suoi tramonti, i suoi profumi e sensazioni. Ricordo che mi misi sul lato sinistro del letto, ma mi fece spostare sostenendo che quello […]

Continua a leggere "Porte aperte"

Primo giorno

Ciao stella, È un po’ che non parliamo, vero? Ogni tanto ti scrivo qualche lettera, ma si perdono tutte quante qui su internet, e in ogni caso non saprei a che indirizzo spedirle. Volevo solo dirti che mi è tornato in mente il momento in cui ho davvero capito che eri l’unica per me, l’unica […]

Continua a leggere "Primo giorno"

Confessioni di un’adolescente

La piccola Vittoria ogni tanto si sentiva particolarmente spontanea, e nessun altro genere di confessioni era più dolce alle mie orecchie. Ho ritrovato un estratto da una vecchia conversazione. Nei messaggi successivi entrava nei dettagli delle cose che più le piacevano di quando esploravo il suo piccolo corpo, bianco come il marmo e morbido come […]

Continua a leggere "Confessioni di un’adolescente"

Eldorado

Come posso dire chi era Watson? È stata una persona con cui ho avuto un’intesa impareggiabile, che ad un certo punto tuttavia è sparita nel nulla. In pochi mesi siamo passati dall’essere estranei ad essere due lupi di un branco solamente nostro, ad essere infine nuovamente estranei. Una delle ultime volte che ci siamo scritti, […]

Continua a leggere "Eldorado"

Il messaggio più bello

Il messaggio più bello che abbia mai ricevuto me lo ha mandato una ragazza che pochi giorni prima voleva farla finita. L’avevo portata con me in centro a Milano quel giorno, non era molto abituata a uscire in quella zona. C’erano anche dei miei amici, e nel primo messaggio lei si riferisce a uno di […]

Continua a leggere "Il messaggio più bello"

Segni rossi

L’ho toccata così tanto che le mie impronte digitali stanno svanendo. È incredibile quanto fosse facile portarla da me, piegarla ad ogni mio desiderio. Una volta le ho regalato una maglietta rosa con un unicorno disegnato sul petto, proprio sopra i seni. È stato il mio miglior investimento quell’anno. La toglieva con la stessa facilità […]

Continua a leggere "Segni rossi"